Dal quaderno al libro illustrato

Un taccuino da viaggio o per schizzi è il luogo in cui possiamo lavorare liberamente, essere sempre noi stessi, senza pressioni, divertendoci.
Pensare alla realizzazione del progetto definitivo per un libro spesso può bloccarci e impedirci di dare il meglio; perdiamo quella freschezza e quella libertà che affiorano in modo naturale quando disegniamo su un quaderno.
Riuscire a lavorare con libertà e naturalezza di fronte a un incarico professionale sarà l’obiettivo che cercheremo di raggiungere in questo corso.
“Un quaderno è per me uno spazio di assoluta libertà creativa. Tutto è ancora possibile in un quaderno. È per me anche una fonte inesauribile di felicità (ma non è sempre stato così). Ogni volta che ho bisogno di avere un’idea chiara del lavoro di un artista, preferisco guardare gli schizzi e i bozzetti piuttosto che la sua opera finale.
La maggior parte delle volte nei quaderni trovi cose che non sono più nel disegno o nel dipinto finale. Un quaderno deve essere uno spazio assolutamente personale, dove non devo dare spiegazioni a nessuno, nemmeno a me stesso. Dove le cose accadono perché ti concedi la libertà di farle accadere, di rischiare, di sbagliare e infine di trovare. E quello che succede in un quaderno di solito ha a che fare con il proprio io più intimo, con la propria voce grafica. In un quaderno sei tu nella tua forma più pura.
Un quaderno non dovrebbe essere fatto per mostrarlo a qualcuno.
Nemmeno per pubblicarlo (anche se può essere fatto, chiaro…). Un quaderno si fa per se stessi, per il puro piacere di farlo.
Tutto inizia dal quaderno. È l’origine di tutti i nostri percorsi. È dove la nostra voce è più pura. Dove siamo più noi stessi.
In un quaderno cresciamo. Ci formiamo come artisti, diventiamo artisti. Un taccuino è quindi importante. Ed è per il modo in cui lavoriamo: con assoluta libertà e fiducia.
Ma cosa succede quando usciamo dall’ecosistema del taccuino, dalla sperimentazione, dal disegno, dall’assenza di responsabilità e ci troviamo di fronte a un lavoro commissionato? Molti artisti di talento lavorano molto meglio sui loro quaderni che per i loro libri commissionati. E penso: Quando capiranno che devono lavorare con lo stesso spirito e la stessa libertà nei lavori professionali, saranno inarrestabili.
Ed è questo l’obiettivo del corso che vi propongo. Fai sparire i confini tra la libertà creativa di un quaderno e una commissione professionale.
Non sto parlando di lavorare nello stesso modo sulle opere commissionate come sui quaderni, ma di trovare un modo per lavorare sempre nello stesso modo.
Ovviamente, se sappiamo lavorare liberamente e senza pressioni in un quaderno, è assolutamente possibile lavorare allo stesso modo in qualsiasi formato o situazione.
E al contempo parliamo di gestire le nostre paure e di goderci in ogni momento questo nostro entusiasmante lavoro!
Ci vediamo quest’estate con un quaderno e ci godremo insieme il processo creativo”.

Programma
Lezione 1
Presentazione.
Introduzione. Iniziare un progetto. Dal quaderno al progetto definitivo
Nulla die sine linea.

Lezione 2
Siamo ciò che disegniamo/Disegniamo ciò che siamo.
Tecniche I.

Lezione 3
Disegnare dal vero.
Procedimenti grafici essenziali. Analisi della composizione.
Tecniche II.

Lezione 4
La propria voce.
Conosci i tuoi maestri. Metabolizzazione delle influenze artistiche.

Lezione 5
Alla ricerca della libertà creativa.

Lezione 6
Revisione e analisi.
Conclusioni.

Illustrazione di Javier Zabala, Grandpa and Me, CCPPG, Beijing, 2020


Il materiale tecnico artistico è a carico del corsista.

Ogni studente dovrebbe portare i materiali che ritiene più appropriati o di cui vorrebbe perfezionare l’uso, o che semplicemente preferisce. La scelta dei materiali è una parte importante del processo creativo.
L’approccio iniziale di questo corso è “l’illustrazione sperimentale e più intuitiva”. Lavoreremo molto sulle tecniche miste, mescolando tutti i tipi di materiali per cercare di arricchire le nostre attuali possibilità grafiche. Inizieremo dagli SCHIZZI, dove siamo tutti più liberi, fino a raggiungere la stessa libertà creativa, forza e freschezza nei nostri originali.

Elenco base
Uno o due quaderni da viaggio o per schizzi
Una selezione di lavori (non più di 20, ed almeno due originali)
2 libri illustrati (quelli che vi interessano di più)
Il libro di un artista o gli schizzi già realizzati (se in possesso)
Carte colorate (una selezione di circa 10 fogli, soprattutto se sono carte particolari)
Colla stick
1 chiavetta (per caricare i file che si useranno durante il corso)
PC portatile (se può essere utile)

Materiali per dipingere
Scatola di acquerelli usata normalmente (tubetto, pastiglie, ecc.)
Colori base primari Gouache
Acrilici (almeno il bianco e il nero)
Pastelli (se si usano)
Inchiostro china nero
Inchiostri colorati (2-3, almeno uno seppia o marrone)
Inchiostro per calcografia (per incisione) all’acqua o all’olio (all’acqua è preferibile): 1-2 colori

Strumenti e materiali
I pennelli preferiti
Pennellesse (2-4)
Matite HB, 2B..
Pastelli, matite Conté e carboncini (quello che usate più spesso)
Forbici e taglierino (attenzione negli aeroporti, NON portarli nella borsa)
I pennini preferiti
Stracci (1-2)
Godets per mescolare i colori (vanno bene i piatti di plastica bianca)
Rulli per incisione (uno piccolo e uno più grande). Il più economico è sufficiente.

Carte
La carta preferita.
10 – 20 fogli di carta per acquerelli ca. 35×50 cm
Fogli di carta da incisione 35×50 cm (Fabriano 5 bianco e 5 crema o simile)
1 quaderno per schizzi: il marchio preferito (Canson, Guarro Fabriano …), un A3 e un altro A4
10 fogli di acetato A3

Altro materiale facoltativo
Un tappetino per il mouse per computer, il più economico. Verrà usato per ritagliare forme e stencil. Può andar bene anche gomma-eva o materiale simile.
Foglie secche (per collage, monotipia, etc.)

Importante
Non è necessario portare tutto, sono solo suggerimenti. Il materiale necessario è quello sottolineato.
Il corsista potrà poi portare altri materiali od oggetti che non sono in elenco, ma che ritiene interessanti o utili.

Data Orari
23 ago 2021 09.30 – 18.30
24 ago 2021 09.30 – 18.30
25 ago 2021 09.30 – 18.30
26 ago 2021 09.30 – 18.30
27 ago 2021 09.30 – 18.30
28 ago 2021 09.30 – 13.00

Sede: Casa della fantasia, Via Marconi, 2/A – 31026 Sàrmede (TV)

Lingue: italiano

Costo: 370 euro

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili, fino ad un numero massimo di 15 iscritti

Iscriviti