Lasciare traccia – identità e autonarrazione

Il corso si rivolge a chi sente di dover riattivare, perfezionare o approfondire il lato artistico della propria vita in relazione al benessere di sé e degli altri.
A chi desidera fare dell’illustrazione un mestiere, a chi è curioso dell’arte ma non osa avvicinarla, a chi l’ha lasciata in passato e ha nostalgia di quel tempo solitario e incantato del fare con i materiali artistici, a chi si prende cura delle persone in crescita e desidera conoscere le grandi opportunità date dal lavoro artistico nel gruppo.
Il metodo sarà autonarrativo e si svolgerà con taglio arteterapeutico, attraverso un continuo dialogo silenzioso ma anche verbale tra i partecipanti, volto al superamento del giudizio in favore della gioia condivisa del fare arte. L’approfondimento di quest’anno riguarderà la capacità che ha l’arte di rendere visibile la propria traccia nel mondo, e il percorso della persona in relazione allo sguardo degli altri. Fare arte è attività complessa, molto solitaria ma che necessita dello sguardo per essere definita e concretizzata.
Fin dalla preistoria l’uomo ha sentito l’esigenza di narrare lasciando tracce di sé affinché gli altri potessero leggerle ma anche trovarle in futuro, così da allontanare la paura dell’ignoto.

Ambiti
Illustrazione, Scrittura. Arte. Editoria. Arteterapia individuale e di gruppo. Design del libro. Didattica dell’arte. Metodologie e attività laboratoriali.

Ambiti Specifici
Bisogni individuali e sociali dello studente. Problemi della valutazione individuale e di sistema. Gestione della classe e problematiche relazionali. Didattica dell’arte e illustrazione. Arteterapia. Tecniche artistiche Ambiti Trasversali. Didattica e metodologie. Metodologie e attività laboratoriali. Didattica per competenze e competenze trasversali. Gli apprendimenti.

Obiettivi
Il corso si prefigge di apprendere l’utilizzo dell’arte in modo trasversale nei gruppi di formazione di ogni età e singolamente come cura e autonarrazione.

Programma
Il corso è rivolto a tutti, anche a chi si avvicina per la prima volta al mondo dell’illustrazione. Saranno sperimentate numerose tecniche con particolare attenzione a quelle che rendono visibile la traccia, e affrontate tematiche riguardanti l’uso dei materiali, le scelte cromatiche, l’inquadratura dell’immagine, la nascita dei temi, l’uso o l’assenza del colore, la comunicazione silenziosa dell’illustrazione, la regia della luce. L’intento del corso sarà di rendere leggera la sperimentazione, in modo da poter intraprendere questo meraviglioso viaggio senza ansie da prestazione. Il tutto sarà trattato con una particolare attenzione al mondo editoriale, alla didattica dell’arte, all’arteterapia, al lato autoriale dell’illustrazione.
Le giornate si svolgeranno seguendo fili conduttori emersi dalla storia dei partecipanti e dalle loro aspettative, saranno quindi arricchite da proiezioni di filmati, immagini, libri, esercitazioni ex tempore.
Ogni partecipante sarà seguito personalmente dalla docente.
Per particolari esigenze, aspettative, dubbi sui contenuti del corso potete contattare la docente alla mail ap@ariannapapini.com

Competenze acquisite con il corso
Usare l’arte in ogni ambito della vita in modo spontaneo.

Tipologie verifiche finali
Le verifiche si svolgeranno in itinere poiché saranno dati ai partecipanti i necessari strumenti di autovalutazione.

Destinatari
Studenti, illustratori professionisti o alle prime armi, insegnanti, curiosi o nostalgici del fare arte, docenti di ogni ordine e grado, docenti universitari, educatori e terapeuti.

Il materiale tecnico artistico è a carico del corsista.
Carta per tempera, acquerello e acrilico.
Carta da schizzi marrone e bianca e carta utilizzata abitualmente.
Colori a tempera e acrilico.
Oilbar trasparente e, a scelta, di un altro colore.
Matite colorate, gessetti, pastelli a olio.
China nera e bianca.
Matite grafite H, F, 2B, 4B, 6B, carboncino nero, penna Bic nera.
Pennini.
Acquerelli.
Liquin.
Stracci, giornali, riviste, forbici, colla liquida e stick.
Asciugacapelli.
Lacca per capelli da usare come fissativo.
Tavola da disegno di legno o di plastica.
Piatti di plastica, bicchierini, scottex.
Pennelli diversi fini grossi piatti e tondi.
Carta carbone nera e bianca.
Qualche foglio di linoleum e adigraf.
Due sgorbie una a taglio sottile e l’altra a taglio largo.
Un rullo da inchiostro.
Un inchiostro da stampa.
Una tavoletta di vetro o di plexiglas.
Nastro adesivo di carta.
Pezzetti di stoffe o carte a rilievo.
Portare eventuali materiali abitualmente utilizzati e/o acquistati e mai usati.


Portare un quaderno da utilizzare come diario di viaggio, da usare anche prima del corso.
Portare pochi disegni già realizzati e particolarmente amati.

Nei suoi corsi Arianna ama lavorare con tante persone di provenienze diverse e di formazioni diversificate poiché ritiene che il grande gruppo rappresenti una ricchezza per l’apprendimento e per lo scambio culturale. Per questo motivo i suoi corsi non hanno limiti di età né di numero di iscritti, il quale invece di volta in volta viene deciso dalle scuole a seconda degli spazi a disposizione.

Ogni partecipante sarà seguito personalmente dalla docente.
Per particolari esigenze, aspettative, dubbi sui contenuti del corso potete contattare la docente alla mail ap@ariannapapini.com

Sei un insegnante? Puoi utilizzare il tuo bonus per iscriverti a questo corso. Il bonus insegnanti prevede l’utilizzo della Carta del Docente di 500 € da spendere per scopi culturali e di aggiornamento professionale.
Accedi alla piattaforma digitale S.O.F.I.A. (http://sofia.istruzione.it/) e scopri il Catalogo delle iniziative della Scuola!
La Scuola Internazionale d’Illustrazione è un ente accreditato MIUR sulla base della Direttiva 170/2016.

Data Orari
22 giu 2020 09.30 – 18.30
23 giu 2020 09.30 – 18.30
24 giu 2020 09.30 – 18.30
25 giu 2020 09.30 – 18.30
26 giu 2020 09.30 – 18.30
27 giu 2020 09.30 – 13.00

Sede: Casa della fantasia

Costo: 370 euro

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili

Iscriviti