Il mondo di Štěpán Zavřel

In cammino con Dio

L’omaggio a Štěpán Zavřel, in occasione della trentottesima edizione della Mostra Le Immagini della Fantasia, si manifesta nella volontà di esporre alcune tavole realizzate dal Maestro per illustrare la Bibbia. Una Bibbia pensata per i più piccoli che intreccia storie, valori, insegnamenti e parla soprattutto d’amore.

Accompagna l’esposizione il testo di Giuliano Zanchi, profondo conoscitore dell’opera di Štěpán Zavřel, al quale lo studioso ha già dedicato importanti scritti.

“La levità pittorica con cui raffigura piante, cieli, animali, scorci, sa rendere nel modo più naturale il fantasioso gorgogliare degli esseri che si dilata in continua trasformazione. Sembra panna montata colorata che con esuberanza riempie lo spazio. La fantasia della vita e della volontà che la suscita non ha mai fine. Nello stesso tempo questa molteplicità non produce mai disordine, ma genera sempre armonia. Non si tratta di un turbinio isterico di elementi. È un concerto di forme costantemente in equilibrio”. E ancora a proposito delle illustrazioni dell’Eden: “Sembra un dolce paesaggio italiano. Domina una grande calma e tutti hanno il loro spazio. La coppia umana invece si trova immersa in una fitta trama vegetale in cui non si distingue il privilegio dalla solitudine. I loro occhi guardano verso di noi, i loro simili, pieni di una consapevolezza che non possono condividere con gli altri esseri viventi. Il dono della coscienza accende lo sguardo e cambia la realtà”*.

* Giuliano Zanchi, “In cammino con Dio”, in “Le Immagini della Fantasia 38”, catalogo Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia, Edizioni Tapirulan, 2020

Illustrazione di Štepán Zavrel, tratta dal libro “In cammino con Dio”, Arka Edizioni (dettaglio).

Štěpán Zavřel nasce a Praga nel 1932 e arriva in Italia nel 1959, in fuga dalla sua patria.

Artista versatile e poliedrico, con studi internazionali di pittura, animazione, scenografia e costume teatrale, nel 1968 si stabilisce a Rugolo di Sarmede, attirando una rete internazionale di creativi. Nel 1983 dà vita alla Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia e nel 1988 alla Scuola Internazionale d’Illustrazione. Muore a Sarmede nel 1999.

La Fondazione Štěpán Zavřel nasce per proseguire il cammino intrapreso dal Maestro a favore dell’illustrazione e degli illustratori.