Joanna Concejo

É nata nel 1971 a Slupsk in Polonia e si è laureata nel 1998 all’Accademia di Belle Arti di Poznan. Nel 1994 si è trasferita in Francia, alla periferia di Parigi, dove vive tuttora. Alla fine degli anni ottanta ha iniziato a lavorare come illustratrice e artista. Nel 2000 è stata selezionata per il Salon de Jeune Création in Francia, nel 2002 è stata invitata alla Biennale di Arte Contemporanea di Busan (Corea del Sud) e l’anno successivo al Salon d’Art Contemporain di Chelles (Francia). Sono seguite altre mostre personali e collettive (Parigi, Berlino, ecc). Nel 2004 è stata selezionata per la Mostra Illustratori della Fiera del Libro di Bologna e alla fine dell’anno ha vinto il premio Calabria Incantata “Abracalabria” di Altomonte (Italia). E’ stata selezionata per la Biennale di Illustrazione “Ilustrarte” di Barreiro (Portogallo) nel 2005, 2009 e 2013. Dal 2005 ha partecipato a diverse mostre collettive: “The Emperor’s New Illustrations” (Bologna, 2005, mostra dedicata al lavoro di Hans Christian Andersen), “Figures Futures” e “Peter and Alice” (Fiera del Libro di Montreuil, Francia), “Blue Book” in Iran e negli Emirati Arabi Uniti, “Le immagini della fantasia” a Sarmede (2008, 2010, 2015). Varie mostre personali le sono state dedicate, fra cui “Attorno al giardino” da Hamelin Associazione Culturale a Bologna nel 2008, due mostre alla Perve Gallery di Lisbona nel 2009 e nel 2010, una mostra presso la Biblioteca di Saint-Herblain nel 2011, “Tè con Alice” a Oxford nel 2012, “Un passo alla volta” nel 2013 e “Nei rami” a Bologna nel 2014, “Les visages du lointain” presso il Musée Beurnier-Rossel di Montbéliard (Francia) nel 2014, “Nello studio dell’artista Joanna Concejo” presso la Galérie Angle a Saint Paul Trois Châteaux (Francia), “Storie particolari” presso Arttrakt Galery a Wroclaw (Polonia), “E’ sempre il momento del tè” presso l’Estonian Children’s Literatur Center a Tallin (Estonia) nel 2015. Accanto al lavoro come illustratrice, si dedica anche al campo delle arti visive (scultura, ceramica). Dal 2010 collabora regolarmente con Le Petit Atelier de Paris (www.lepetitatelierdeparis.com creazioni in porcellana, pezzi unici, serie di stoviglie serigrafate, incisioni per stoffa, ecc.). Nel 2008 sono apparsi i suoi primi libri, Il signor Nessuno (Topipittori) e Grand et petit (Atelier du Poisson Soluble). Sono seguiti L’angelo delle scarpe (Topipittori/ed. fr. Notari, Svizzera); Humo (OQO, Spagna); Au clair de la nuit (Motus, Francia); Cuando no encuentras tu casa (OQO, Spagna); I cigni selvatici di Hans Christian Andersen (Topipittori /ed. fr. Notari, Svizzera); Entrez! (Rouergue); Zimbo (OQO, Spagna); Una stella nel buio (Topipittori/ed. fr. Notari, Svizzera); Un pas à la fois (Notari, Svizzera); Les fleurs parlent (Casterman, Francia); Ksiaze w Cukierni (“The prince in the pastry”, Format, Polonia), vincitore del premio “Libro dell’anno 2013” di IBBY/sezione Polonia; Little Red Riding Hoods (BIR Publishing, Corea del Sud); Quand les groseilles seront mûres (Atelier du Poisson Soluble, Francia). Collabora in qualità di insegnante con la “La Fabbrica delle Favole” di Macerata e la Scuola Internazionale d’Illustrazione di Sàrmede.