Arianna Papini

È nata e vive a Firenze, dove ha studiato arte al Liceo Artistico e Architettura alla Facoltà di Firenze presso la quale si è laureata con una tesi sul design del libro-gioco e dal 2004 al 2007. Dal 1988, dopo alcune esperienze in studi tecnici e editoriali, è stata per 25 anni direttore editoriale e artistico della casa editrice Fatatrac, occupandosi della scelta dei testi e delle immagini nonché del progetto grafico di copertine e collane. Ha collaborato con il corso di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura di Firenze, ha insegnato Teoria dei Linguaggi Formali, organizzando ogni anno la mostra dei libri gioco progettati dagli studenti del suo corso. Consigliere del Comitato Italiano Aalto/Viipuri, ha organizzato la mostra e i seminari su Alvar Aalto presso il Museo Marino Marini e la Libreria Seeber di Firenze. È tra gli organizzatori della mostra I Miracoli e il Volto Santo di Gesù, grande opera collettiva in forma di polittico in mostra alla Fenice di Venezia nel settembre del 2011, oggi in mostra permanente presso il Santuario della Visione di Camposampiero. Arte terapeuta, ha effettuato la specializzazione quadriennale post laurea alla Scuola Internazionale Art Therapy di Bologna, svolgendo tirocini mirati verso setting madre-bambino e sul trauma. Presso il suo studio di Firenze tiene gruppi terapeutici, auto narrativi e artistici con persone di ogni età. Tiene corsi presso scuole, Master, enti, cooperative e Biblioteche in tutta Italia. Dal 2007 insegna Illustrazione all’Isia di Urbino. Svolge libera professione come scrittrice, pittrice, illustratrice, formatrice, docente e arte terapeuta. Ha scritto e illustrato un centinaio di libri per La Nuova Italia, Edicolors, Fatatrac, Lapis Edizioni, Città Aperta, Carocci Editore, Ananke, Avvenire, Coccole Books, Liberty, Kalandraka, Donzelli editore, Carthusia Edizioni, Rrose Selavy, con i quali ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Andersen e il Premio Compostela. Alcuni suoi libri sono coediti in Francia, Spagna, Inghilterra, Grecia, Portogallo e a Taiwan. Ogni anno partecipa a numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero. E’ volontaria presso il reparto di oncoematologia pediatrica per l’associazione Helios, alcuni suoi testi editi e inediti sono stati messi in scena nei reparti pediatrici degli ospedali. Nei suoi corsi Arianna ama lavorare con tante persone di provenienze e di formazioni diversificate, poiché ritiene che il grande gruppo rappresenti una ricchezza per l’apprendimento e per lo scambio culturale.