L’Iran e la Rivoluzione. Gli albi illustrati raccontano la Storia

I volumi in lingua farsi del Fondo Sergio Silva, ricchi di illustrazioni combinate ad arte calligrafica, racconteranno vividamente il decennio cruciale della storia iraniana in cui il regime Pahlavi lascia il passo alla Repubblica Islamica.

La parte persiana del Fondo Libri Illustrati Sergio Silva consiste in 20 libri per bambini ed adolescenti, pubblicati in Iran tra il 1973 ed il 1983.
Storie didattiche, epiche e religiose (alcune prodotte da intellettuali di prim’ordine, come Ali Shariati) si alternano a splendide immagini, molte delle quali uscite dall’immaginazione e dalla maestria di illustratori di fama internazionale, come Nikzad Nojoomi e Ali Akbar Sadeghi.
Tuttavia la “gradevolezza estetica” non è l’unico elemento che emerge dalla visione di questi testi; i loro contenuti infatti, considerato il periodo di pubblicazione, ci permettono di gettare uno sguardo su una fase storica cruciale per l’Iran, ovvero il decennio in cui il regime Pahlavi prima perde ogni residuo legame con la società persiana del tempo, poi lascia il passo all’inedito storico della Repubblica Islamica.
Considerato questo elemento, la parte persiana del Fondo Libri Illustrati Sergio Silva offre uno spaccato sull’”Iran dei Pahlavi” e sull’”Iran di Khomeini”, attraverso lo (specialissimo) punto di vista che la letteratura per l’infanzia offre ai lettori: i suoi testi mostrano la cesura, netta e radicale, che la Rivoluzione Islamica ha messo in moto, chiudendo un’epoca ed aprendone un’altra.

Illustrazione di Ali Akbar Sadeghi, da La verità è più alta del cielo (haqiqat boland-tar az osman), Kanoon, 1353 / 1974 – dettaglio