L’albo illustrato: come dare forma visiva ai destini possibili delle cose e delle persone

Il corso si svilupperà attraverso alcuni punti salienti:
1. L’illustrazione come concentrato di cultura, visioni del reale e visioni dell’immaginario. Breve introduzione all’arte moderna e contemporanea internazionale, accenni e spunti a tutte quelle discipline artistiche che possano essere attinenti o sconfinare nell’illustrazione.
2. Analisi dell’albo illustrato contemporaneo internazionale. Si farà una carrellata sugli albi illustrati contemporanei più significativi.
3. Partire dalle basi; illustrare un sasso. Illustrare è esternare il proprio pensiero sulle cose. Un illustratore deve trovare il coraggio di illustrare qualsiasi cosa. Illustrare è esternare il pensiero attraverso le immagini, e ognuno di noi ha inevitabilmente un pensiero su tutto quello che ci circonda. Illustrare un sasso può essere difficile quanto illustrare un sentimento quando anche a quel sasso si vuole dare un’espressione.
4. Elogio dell’errore. Vedremo come combattere la frustrazione causata dall’errore. Dall’errore possono nascere idee autentiche e incisive. L’errore è creativo, da questo nasce il caso inaspettato e quindi l’originalità. Vedremo come riutilizzare l’errore che nasce sul foglio, vedremo come poterlo convertire in qualcosa di robusto e convincente.
5. Il collage, la tecnica che “ci connette”. Il collage, così come una storia narrata verbalmente, è costituito di intreccio, di sovrapposizione di momenti narrativi, è una stratificazione di “luoghi” del vissuto emotivo, e ciò che lo rende interessante, è il suo essere suscettibile a cambiamenti e spostamenti. Il collage può essere utilizzato dall’artista in modo impertinente, per meglio dire il collage è sempre libero di non essere pertinente, di non appartenere ad alcuna matrice prestabilita. E’ grazie alla sua forte connotazione metaforica, che il collage consente di narrare. Si cercherà di incentivare un processo attraverso il quale i corsisti possano sviluppare il loro immaginario e il loro stile, il collage potrà fare da tramite, ma non sarà necessariamente il fine!

Si analizzerà il portfolio dei corsisti, in maniera tale da poterli orientare verso la tecnica e lo stile a loro più confacente.
I corsisti dovranno inoltre portare esempi presi dal campo dell’arte o dell’illustrazione che siano di stimolo per loro, le motivazioni di queste scelte verranno scandagliate in classe.

Obiettivi
L’idea è il contenuto, lo stile l’involucro e l’ossatura. L’illustrazione è “idea”.
Solo facendo chiarezza sull’idea, sull’ideazione di un progetto o di un’immagine si può raggiungere uno stile e una cifra personale compiuti. Si cercherà di lavorare sul concetto e sullo sviluppo delle idee “personali”, ma “universali”, ovvero fruibili dal cliente e dal lettore che è sempre da considerare come coautore. Durante il corso si cercherà si sviluppare l’idea per un progetto-libro, cercando di raggiungere il maggior grado possibile di consapevolezza consentita dalle poche ore trascorse insieme. Sviluppare un progetto che possa potenzialmente diventare un albo pubblicato comporta una responsabilità. Lo stile, l’abilità e il talento nel riprodurre più o meno mimeticamente la realtà intorno a noi sono sempre al servizio del contenuto e del corpo complesso e articolato della narrazione. Si darà quindi corpo al progetto pensandolo come un organismo; tanti più “organi” si edificano e si attivano all’interno di un progetto-libro e tanto più si avrà la possibilità di avvicinarsi a una narrazione responsabile ed empatica e l’albo avrà possibilità di vivere di vita propria.

Destinatari
Tutte quelle persone che nutrono un interesse sincero e motivato per l’albo illustrato.

Il corso include la partecipazione all’incontro Alla scoperta de Le immagini della fantasia 37, il 27 ottobre, con inizio alle ore 11.00

Il materiale tecnico artistico è a carico del corsista
Oltre a un astuccio che contenga dei materiali basilari, come: la grafite, temperino, colla, gomma per cancellare, matite colorate della qualità migliore possibile, è richiesto di portare del materiale specifico: carte/cartoncini sottili dei colori più diversi (anche e meglio se vecchi o riutilizzati), riviste da ritagliare, materiale ricavato da vecchie enciclopedie, vecchi libri (meglio se di natura scientifica, ma non solo), patafix, bisturi o taglierino molto sottile per realizzare la tecnica del paper-cutting.
Inoltre, è fondamentale che ogni corsista porti gli strumenti atti alla tecnica con la quale abitualmente realizzano i propri lavori: acquerello, tempera, acrilico etc.


Data Orari
26 ott 2019 14.30 – 18.00
27 ott 2019 09.00 – 18.00

Sede: Centro Sociale di Rugolo

Costo: 150 euro

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili

Iscriviti