Dal Nōtan alla composizione: l’equilibrio degli opposti

Il Nōtan è un principio integrante dell’arte giapponese, usato anche dagli artisti figurativi occidentali per elaborare una composizione equilibrata e ben bilanciata, attraverso lo studio e l’osservazione delle parti scure (forme piene) e delle parti in luce (spazi negativi). Nella filosofia orientale l’Universo è governato da entità opposte e complementari che regolano gli equilibri, pertanto anche nella concezione dell’arte, le zone chiare e le zone scure assumono un grande valore simbolico nel dualismo degli opposti di luce/ombra, di pieno/vuoto, di figura/sfondo, svolgendo un ruolo essenziale nella ricerca dell’armonia compositiva. Il Nōtan permette all’artista di studiare i valori tonali e un corretto rapporto tra forma e spazio, di orientare lo sguardo dell’osservatore e di suggerire significati. Come possiamo usare dunque il principio di Nōtan applicato all’illustrazione? Quali possibilità ci mette a disposizione? Attraverso il contrasto tra luce e ombra, siamo in grado di cogliere il potenziale formale e di costruire l’immagine con soluzioni compositive interessanti: la luce plasma, scolpisce le forme, è generatrice di contrasti, ma è anche un potente mezzo espressivo, che apre varchi sorprendenti su possibilità semantiche. Dagli studi compositivi che applicano questo metodo, svilupperemo un’immagine definitiva, cercando di cogliere i possibili stimoli visivi suggeriti dal contrasto luce/ombra e attraverso il processo creativo, li trasformeremo in contenuti semantici, secondo lo stile più adatto.

Ambiti
Illustrazione e disegno
Ambiti Specifici
Didattica singole discipline previste dagli ordinamenti
Ambiti Trasversali
Didattica e metodologie. Metodologie e attività laboratoriali. Innovazione didattica e didattica digitale. Didattica per competenze e competenze trasversali. Gli apprendimenti

Obiettivi
Apprendimento dello studio della composizione finalizzata all’illustrazione, attraverso il principio di Nōtan.

Programma
– Analisi della luce, delle ombre, degli spazi pieni e vuoti di un’immagine data
– Realizzazione di vari bozzetti con metodo Nōtan
– Realizzazione di un definitivo
– Realizzazione di un impaginato a Pop Up

Competenze acquisite con il corso
Il corso si propone di sviluppare le seguenti competenze, attraverso il principio di Nōtan:
– stimolare l’osservazione
– sviluppare un bozzetto, seguendo il metodo Nōtan
– studiare i colori e coglierne la quantità di luce, convertendola in scala di grigio (concetto di semplificazione dei valori notanici)
– saper organizzare e armonizzare la composizione attraverso l’equilibrio dell’insieme secondo i principi della Gestalt
– saper cogliere i valori formali di peso visivo
– saper individuare gli spazi negativi e positivi (rapporto figura/sfondo) e il loro potenziale semantico
– saper sintetizzare la realtà in astrazione formale
– saper gestire i contrasti per veicolare lo sguardo in aree di interesse
– saper scegliere il taglio dell’inquadratura più adatto, con il giusto equilibrio di neri, di bianchi e di mezzitoni
– sviluppare un’illustrazione armonica, seguendo le nozioni apprese

Tipologie verifiche finali
Illustrazione definitiva e impaginato a Pop Up.

Destinatari
Illustratori, artisti, appassionati, docenti scuola infanzia, docenti scuola primaria, docenti scuola secondaria I grado, docenti scuola secondaria II grado.

Il materiale tecnico artistico è a carico del corsista.
Materiale richiesto per il corso:

  • pennarello a china (Ink) colore nero waterproof (consigliato “Pitt artist pen” punta fina Faber-Castel o simile)
  • in alternativa penna bic nera
  • 4 marker a doppia punta (fina e a scalpello oppure tipo brush; marche consigliate Tombow, Promarker o simili) disponibili in scala tonale: nero, grigio medio (50%), grigio chiaro (80% di bianco), grigio scuro (20% di bianco).
  • fogli bianchi per schizzi formato A4 da gr. 120 (o grammatura non troppo leggera)
  • carta da lucido
  • su 1 di cartone vegetale pressato da 2 mm (generalmente di color crema/avorio) dim. 50 x 70 cm, ricavo 2 pezzi (già tagliati) nella misura di 48 x 32 cm
  • 1 cartoncino grigio o neutro formato 100 x 70 cm, tipo Bristol, gr. 26­­0
  • 1 cartoncino nero formato 100 x 70 cm, tipo Bristol, gr. 26­­0
  • 2/3 Cartoncini per tecnica mista formato A3 gr. 300 (consigliato blocco Canson Mix-media)
  • fogli A4 di carta leggera: colore nero e gradazioni di grigio (medio, chiaro, scuro)
  • acrilici, acquerelli, ecoline, pastelli, pastelli a olio, pennarelli colorati, matite varie o altro materiale abitualmente in uso
  • pennelli vari
  • scotch di carta
  • scotch biadesivo
  • colla vinavil
  • un vecchio pennello a spatola da usare per stendere la colla
  • stecca da 60 cm
  • taglierino
  • 1 bulino per embossing a punta (arrotondata)
  • qualche immagine a proprio gusto, stampata in formato A4 (verticale o orizzontale) a colori, che abbia una buona definizione e un buon contrasto di luci e di piani. I soggetti consigliati: paesaggio urbano, rurale, montano; still life; natura; interni con o senza figura umana…

Sei un insegnante? Puoi utilizzare il tuo bonus per iscriverti a questo corso. Il bonus insegnanti prevede l’utilizzo della Carta del Docente di 500 € da spendere per scopi culturali e di aggiornamento professionale.
Accedi alla piattaforma digitale S.O.F.I.A. (http://sofia.istruzione.it/) e scopri il Catalogo delle iniziative della Scuola!
La Scuola Internazionale d’Illustrazione è un ente accreditato MIUR sulla base della Direttiva 170/2016.

Data Orari
03 ago 2020 09.30 – 19.00
04 ago 2020 09.30 – 19.00
05 ago 2020 09.30 – 18.00
06 ago 2020 09.30 – 19.00
07 ago 2020 09.30 – 18.00
08 ago 2020 09.30 – 13.00

Sede: Casa della Fantasia

Costo: 370 euro

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili, fino ad un numero massimo di 20 iscritti

Iscriviti